Antinori, Leda

Area dell'identificazione

Tipologia del soggetto produttore

Persona

Forma/e autorizzata/e del nome

Antinori, Leda

Forme parallele del nome

Forme del nome normalizzate secondo altre regole

Altre forme del nome

Codici identificativi di enti

Area della descrizione

Date di esistenza

1927 feb. 17 - 1945 apr. 03

Storia

Di famiglia antifascista, non ha ancora diciassette anni quando entra a far parte del Gap e del Sap di Fano (5a Brigata Garibaldi); diventa staffetta capo-servizio occupandosi dei collegamenti del gruppo di comando lungo la vallata del Metauro fino alla Gola del Furlo; è anche responsabile dei Gruppi di Difesa della Donna.
Viene arrestata dalle SS il 20 luglio 1944 alla periferia di Fano, mentre sta effettuando un trasporto d'armi e si lascia prendere per salvare i compagni che sono con lei. Nonostante gli estenuanti interrogatori non rivela alcun nome. Dopo la carcerazione a Mondolfo e Novilara, viene trasferita nelle carceri di Forlì e Bologna e condannata a morte.
Riesce a fuggire in seguito al bombardamento, che il 12 ottobre 1944, colpisce le carceri bolognesi delle Caserme Rosse. Dopo una fuga travagliata attraverso le campagne dell'Emilia Romagna, trova ospitalità a Faenza dove riprende a fare la staffetta.
Rientra a Fano dopo la liberazione e nel dicembre del 1944 si iscrive al partito comunista, ma è fortemente provata dalle sofferenze e distrutta fisicamente per le violenze subite; muore di tubercolosi il 3 aprile 1945 a poco più di 18 anni.

Luoghi

Nata e morta Fano

Condizione giuridica

Funzioni, occupazioni e attività

Mandato/Fonti normative

Struttura amministrativa/Genealogia

Contesto generale

Area delle relazioni

Area di controllo

Codice identificativo del record d’autorità

Codici identificativi delle istituzioni responsabili

Norme e/o convenzioni

Grado di elaborazione

Livello di completezza

Data/e della descrizione

Lingua/e

Scrittura/e

Fonti

Anna Paola Moretti, Maria Grazia Battistoni, Leda. La memoria che resta, ANPI sezione Leda Antinori, Fano 2015; Moretti, Battistoni, Leda Antinori. Il disegno si compone alla fine, la storia delle donne richiede un doppio movimento, in «Nuovi Studi Fanesi», n. 29, 2017, p. 177-196.
Leda Antinori <http://www.storiamarche900.it/main?p=ANTINORI_Leda>; http://www.anpi.it/donne-e-uomini/3139/leda-antinori.

Note sulla compilazione